DocumentAria film

Maremma

L'Italia è, fra i paesi europei, quello che può vantare nei suoi territori la maggiore biodiversità.

Sono infatti circa 57 mila le specie animali, più di un terzo dell'intera fauna europea, e 9 mila quelle vegetali che compongono il panorama ambientale italiano, grazie alla sua posizione geografica e alla conformazione geo-morfologica.

E di tutta la penisola, una delle aree che meglio rappresenta questa ricchezza è la Maremma, soprattutto la sua parte compresa nel Parco regionale omonimo.

La peculiarità di questa area protetta risiede principalmente nella sua straordinaria varietà di ambienti: selvagge colline fittamente rivestite dalla macchia mediterranea, campi coltivati, folte pinete, scogliere imponenti che si alternano a lunghe distese di sabbia costellate da dune sinuose. Un caleidoscopio di bellezza allo stato puro, un patrimonio ambientale di inestimabile valore.

Il nostro documentario ha l’obiettivo di descrivere questo ambiente e gli organismi che lo abitano, mostrandone non solo gli aspetti paesaggistici davvero unici, ma anche i comportamenti delle specie animali più rappresentative e le loro interazioni inter specifiche.

L’intento è quindi quello di documentare le strategie messe in atto dai selvatici per cercare di mangiare e non essere mangiati, nonché gli adattamenti a cui hanno dovuto sottostare per vivere in un ambiente che cambia radicalmente nel raggio di pochi chilometri: dai monti ricoperti da fitti boschi agli ampi pascoli di pianura, dalle paludi del delta fluviale alla costa marina spazzata da vento e salsedine.

Non mancheranno inoltre personaggi come butteri e vacche maremmane, elementi presenti in Maremma dalla notte dei tempi e ormai da considerarsi come specie naturali di questo territorio, del quale hanno in parte contribuito alla formazione dell’attuale paesaggio.
Maremma

Among the European countries, Italy is the one that can boast the greatest biodiversity.

Thanks to its geographic position and its geomorphology, the Italian environment hosts over 57 thousand animal species (more than one-third of the whole European fauna) and 9 thousand vegetal ones.

Maremma is the region that better represent all this richness, above all in its part protected by the namesake natural Park.

The singularity of this place mainly lies in its extraordinary variety of environments: wild hills densely covered by the Mediterranean maquis, cultivated fields, thick pine groves, impressive cliffs which alternates to long beaches with sinuous dunes.
A true kaleidoscope of beauty, an environmental heritage of priceless value.

Our documentary has the aim to describe this place and the organisms which inhabit it, by showing not only such unique landscapes but also the most representative animal species’ behaviours and their interspecific interactions.

The aim is to show the strategies that these animals put in action for eating and to not be eaten, as well as how they adapted themselves in order to survive in an environment that change in few kilometres around: from the mountains rich of woods to the large meadows, from the marshes of the river’s delta to the coast beaten by wind and salt.

But there will be space for Maremma's cows and “butteri” as well, the last cowboys of Europe, which live here from the mists of time and that have to be considered part of this natural environment by now.